sai chiara…

se ne potrebbe parlare…

… perché tu, di fatto, hai la fortuna di non avercelo l’amore, al momento.
La fortuna?
La fortuna, si. È facile, per te. Ti può dare speranza pensare che, com’era?, si, che l’amore è meglio quando c’è: dà speranza quando lo aspetti, l’amore.

Interessante questo concetto (che comunque mi richiama inevitabilmente a Monsieur Laborit, perché quando c’è, l’amore, hai il timore che possa non esserci più, hai timore del dolore) come dire che, se ho capito bene, che la felicità rende più felici quando non c’è, perché l’aspetti… hold on a second… Giacomo Leopardi e il Sabato del Villaggio… come faceva?…
Questo di sette è il più gradito giorno,
pien di speme e di gioia:
diman tristezza e noia
recheran l’ore, ed al travaglio usato
ciascuno in suo pensier farà ritorno.

tant’è che poi lo riprendi questo concetto, e forse me lo spieghi meglio…

Persone come noi, incapaci di stare davvero bene mentre stanno bene, rendono perfetto solo quello che hanno già vissuto o che potranno vivere.

Non c’è verso: la nostalgia e la speranza, Fumi, sono le nostre uniche garanzie di felicità.

e mi dici anche di più, anche se non mi dici nulla di nuovo…
ma sarà veramente così?
e non lo so se mi conviene darti ragione, anche se l’evidenza dei fatti è tale che…
comunque grazie…

[chiara gamberale, l’amore quando c’era]

This entry was posted in lampi di follia. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s